La stretta di mano

La stretta di mano è un gesto con valenze perlopiù di saluto ma che può essere utilizzato anche per indicare ringraziamento, accordo, congratulazioni.

Si effettua tra due persone che si porgono e afferrano reciprocamente la mano (di norma la destra), effettuando spesso con le mani così unite un movimento più o meno marcato in su e in giù.

È un gesto molto antico e comune a numerose culture che risale all’antichità; in Europa il suo uso è nato tra i Signori di famiglie differenti, che, stringendosi l’avambraccio, confermavano di non avere armi nascoste nella manica.

A seconda degli usi prevalenti la stretta di mano è legata a obblighi e divieti. Nel mondo occidentale è più frequente tra uomini; in culture che praticano una rigida separazione dei sessi è proibita o vista con sfavore tra persone di sesso diverso. Ad esempio, la tradizioni islamiche riportano che Maometto, che pure esortava in continuazione i fedeli a stringersi la mano ogniqualvolta si incontrassero, si sarebbe rifiutato per tutta la vita di stringere la mano ad una donna.

Si offre sempre la destra e se questa è occupata da qualche oggetto si provvede a liberarla ma non si porge mai la sinistra.

Se la mano calza un guanto si deve sfilare, ma se questo per ragioni di tempo o di impedimenti vari non fosse possibile è sempre meglio porgere la mano guantata che lasciare l’altra persona con la mano protesa in attesa della nostra.

Non si salutano mai due persone contemporaneamente ma sempre in successione, possibilmente salutando prima la più importante.

Non si rifiuta mai di stringere la mano a chi ce la porge, eccezion fatta per i casi in cui si hanno le mani sporche, bagnate o con una ferita.

In linea generale si segue la regola dell’importanza per stringere la mano: la persona più importante porge la mano alla meno importante.

La stretta di mano di una persona beneducata è energica ma non troppo, breve ma non eccessivamente affrettata.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s